email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2021 Concorso

Recensione: Illusions perdues

di 

- VENEZIA 2021: Xavier Giannoli trasforma il sontuoso ritratto di Balzac in un viaggio colorato attraverso la Parigi degli splendidi 1820

Recensione: Illusions perdues
Benjamin Voisin in Illusions perdues

Con Illusions perdues [+leggi anche:
trailer
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
, in concorso alla 78esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, Xavier Giannoli torna al Lido dopo l’ultima volta nel 2015 con Marguerite [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Giannoli
scheda film
]
. Come negli anni venti di quel film, anche qui viene ben utilizzata un’ ambientazione parigina d'epoca, esattamente un secolo prima, nei prosperi anni 1820 dell'era della Restaurazione, a volte descritti come uno dei periodi più felici della storia francese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'opera letteraria seminale dell'epoca si trova nelle vesti della grande opera di Honoré de Balzac La Comédie humaine (1829-48), di cui Illusions perdues è una parte centrale. Raccontando i destini e le fortune di un giovane romantico, la scrittura stessa è saldamente della scuola realista, ricordando Barry Lyndon di Thackeray, scritto nello stesso periodo e condividendo il tema del "giovane di umili origini che desidera l'alta società".

Tale è il giovane Lucien, nato Chardon ma che vanta il cognome de Rubempré dalla famiglia aristocratica impoverita di sua madre. Impaziente, bello e dagli occhi spalancati, ottiene una certa attenzione nei salotti facilmente impressionabili della sua città natale rurale di Angoulême, in parte per la sua poesia e soprattutto per il suo aspetto, suscitando i lombi di Madame de Bargeton, la mecenate locale. I due si dirigono a Parigi, dove Lucien si crede il re del mucchio. Ahimè, il blues della piccola città si trasforma in quello della grande città, quando si ritrova senza un soldo e scaricato dalla sua amante patrizia, consigliata da menti fredde per evitare la diffamazione. Tuttavia, Lucien ha un'opportunità nel fiorente mondo del giornalismo da tabloid, che gli mantiene il sorriso e le finanze, ma che offusca il suo carattere, un tempo nobile (la saga piuttosto tragica di Lucien di Balzac è vasta, e questo film si occupa principalmente del secondo volume della trilogia di Illusions perdues, Un grand homme de province à Paris).

Visto che adattamenti storici rivelano in qualche misura i segni dei loro tempi, Illusions perdues 2021 (esiste anche un’altra versione francese, una miniserie del 1966) si addentra con entusiasmo nel grande business delle fake news e della grande facilità con cui tutto può essere comprato e venduto. Una possibile discrepanza con i tempi attuali è l'eloquenza che questi mercanti di make-or-break mostrano nel loro spettacolo (come il grande manipolatore di pubblico Singali, che può ottenere gli applausi più forti o i fischi più mortali in qualsiasi teatro, a seconda di chi paga), superando di gran lunga gli influencer di oggi, non importa il numero di seguaci che hanno.

Altrettanto splendente nell'esecuzione del materiale a disposizione, il regista Giannoli riempie sontuosamente la sua grande tela con vita, colore e generose porzioni di sfarzo epicureo. Il cast, guidato da Benjamin Voisin e supportato da Cécile de France, Vincent Lacoste, Jeanne Balibar, Salomé Dewaels e André Marcon nei panni di furfanti assortiti, borghesi, scrocconi e donnacce, fornisce un'abbondanza di delizie. Gérard Depardieu interpreta un editore analfabeta senza scrupoli, e Xavier Dolan è lo scrupoloso scrittore rivale di Lucien, Nathan, che racconta drasticamente la storia con sfumature di Barry Lyndon e Goodfellas.

Illusion perdues è una produzione francese di Curiosa Films, Gaumont, France 3 Cinéma, Canal+ e Ciné+, in coproduzione con Umedia, via uFund. Le sue vendite internazionali sono gestite da Gaumont.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Alessandro Luchetti)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy