email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

TRIESTE 2022 WEMW / Premi

Petty Thieves premiato a When East Meets West

di 

- L'opera prima di Mate Ugrin ha ricevuto il Film Center Serbia Development Award alla 12ma edizione, ibrida, del forum della coproduzione italiana

Petty Thieves premiato a When East Meets West
La squadra di Petty Thieves ritira il Film Center Serbia Development Award

La dodicesima edizione del forum di coproduzione italiana When East Meets West (WEMW, 24-28 gennaio) ha annunciato i suoi vincitori durante la cerimonia di premiazione, condotta da Alessandro Gropplero, responsabile di WEMW, e trasmessa in diretta streaming dal Savoia Excelsior Palace a Trieste.

Il premio principale, il Film Center Serbia Development Award, del valore di 5.000 euro, è stato assegnato al progetto Petty Thieves dell'esordiente regista croato Mate Ugrin, coprodotto da Julia Cöllen, Karsten Krause e Frank Scheuffele per la Fünferfilm di Amburgo, Tiphaine Robion per In The Cut di Bordeaux e Daria Blažević per la Kadromat di Zagabria, come deciso dalla giuria internazionale WEMW, composta da Una Domazetoski, Film Center Serbia; Sergio Garcia De Leaniz, Eurimages; e Francesco Giai Via, TorinoFilmLab/Annecy Cinéma Italien. È storia di un giovane solitario che se la cava facendo lavori stagionali e dedicandosi a piccoli furti nei resort della costa adriatica, finché la sua vita non viene sconvolta da Andrea, un misterioso lavoratore stagionale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il documentario danese Europhoria, scritto e diretto da Bjarke Underbjerg e prodotto da Giulia Triolo (Snowglobe), ha vinto il Flow Post-production Award, che comprende 15.000 euro in servizi di post-produzione. Inoltre, il DAE Accelerator Award è stato assegnato al progetto documentario prodotto negli Stati Uniti Who I Am Not, diretto da Tunde Skovran e prodotto da Andrei Zinca (Double 4 Studios).

I premi dei produttori sono andati a tre progetti. La produttrice polacca Aneta Zagórska (Film Kraków) ha ricevuto una borsa di studio per partecipare all'EAVE European Produttores Workshop 2023 per il suo progetto Man of Marble, diretto da Szymon Kuriatai. Nel frattempo, i produttori Natalia Drozd (per la russa Forest Film) — per il progetto di finzione Short Summer di Nastia Korkia — e l'italiano Massimo Arvat (Zenit Arti Audiovisive)  — per il documentario di Alessandro Bernard Unconventional Gardeners — hanno ricevuto accrediti gratuiti al Produttores Network del Marché du Film di Cannes . Nastia Korkia ha anche ricevuto il Pop Up Film Residency Award per Short Summer. Infine, alla regista italiana Mo Scarpelli è stato assegnato il premio WEMW della Rete Audiovisiva Femminile Europea, del valore di € 1.000, per il suo progetto A Song that Slays, prodotto da Alessandro Amato e Luigi Chimienti (Dispàrte).

Per quanto riguarda le sezioni laterali di WEMW, nella piattaforma documentaristica Last Stop Trieste la giuria composta da Lejla Dedić (Al Jazeera Balkans), Martin Horyna (Karlovy Vary International Film Festival) e Bojana Marić (Lightdox) ha conferito il premio HBO Europe Premio, un premio in denaro di 1.000 euro, al progetto rumeno Too Close dello sceneggiatore e regista Botond Pusok, prodotto da Irina Malcea (Luna Film). Il Flow Digital Cinema Award è stato assegnato a The Body della sceneggiatrice, regista e produttrice slovena Petra Seliškar (Petra Pan Film), mentre Atonal Glow, scritto, diretto e prodotto da Alexander Koridze (Spark), ha ricevuto il First Hand Fund Award, che offre € 1.000 e servizi di distribuzione.

Nella sezione work-in-progress di This Is IT Nicoletta Romeo, direttrice artistica del Trieste Film Festival, ha presentato i premi e la giuria composta da Virginie Devesa (Alpha Violet), Eddie Bertozzi (Locarno International Film Festival) e Andrei Tanasescu (Giornate degli Autori, Vilnius International Film Festival)) ha deciso che il vincitore del This is IT Laser Film Award è la coproduzione italo-svedese The Store di Amy-Ro Sköld, mentre White Road di Ella Manzheeva si è aggiudicato il neo presentato This è NOW Laser Film Award.

Per il quarto anno consecutivo è stato assegnato durante WEMW il Premio per lo Sviluppo Italo-Baltico per la Coproduzione. Il premio in denaro di € 30.000 è stato fornito dalla DGCA-MIC, l’Estonian Film Institute, il Lithuanian Film Centre e il National Film Centre of Latvia, ed è stato suddiviso tra Alamut by Laibach, diretto da Ugis Olte e Sašo Podgoršek (Lettonia/Italia/ Slovenia) e I Am a Bird Now, diretto da Marko Raat (Estonia/Italia).

Ultimo ma non meno importante, tra i premi CIRCLE assegnati durante l'evento, il Cineuropa Marketing Award, che è andato a I Want You to Know di Maja Medić (Serbia), messo in scena dallo studio Shadow Works.

Questa edizione ibrida di WEMW si è conclusa con alcune cifre inaspettate e impressionanti: sono stati registrati 900 partecipanti provenienti da oltre 60 paesi, 150 dei quali hanno partecipato in loco. Inoltre, oltre 700 incontri individuali programmati, sia fisici che digitali, si sono svolti con più di 200 decisori e 40 business angel.

Ecco l'elenco completo dei vincitori del 12° WEMW:

WEMW co-production forum awards

Film Center Serbia Development Award
Petty Thieves – Mate Ugrin (Germana/Francia/Croazia)
Produttori: Julia Cöllen, Karsten Krause, Frank Scheuffele (Fünferfilm), Tiphaine Robion (In The Cut), Daria Blažević (Kadromat)

Flow Post-production Award
Europhoria – Bjarke Underbjerg (Danimarca)
Produttore: Giulia Triolo (Snowglobe)

DAE Accelerator Award in Cooperation with the EFM
Who I Am Not – Tunde Skovran (USA)
Produttore: Andrei Zinca (Double 4 Studios) 

EAVE Produttores Workshop Scholarship
Aneta Zagórska (Film Kraków, Polonia) – Man of Marble

Marché du Film Produttores Network
Natalia Drozd (Forest Film, Russia) – Short Summer
Massimo Arvat (Zenit Arti Audiovisive, Italia) – Unconventional Gardeners

Pop Up Film Residency Award
Short Summer – Nastia Korkia (Russia)
Produttore: Natalia Drozd (Forest Film, Russia)

EWA WEMW Award
A Song that Slays – Mo Scarpelli (Italy)
Produttore: Alessandro Amato and Luigi Chimient (Dispàrte)

Last Stop Trieste

HBO Europe Award
Too Close – Botond Pusok (Romania)
Produttore: Irina Malcea (Luna Film)

Flow Digital Cinema Award
The Body – Petra Seliškar (Slovenia)
Produttore: Petra Seliškar (Petra Pan Film)

First Hand Fund Award
Atonal Glow – Alexander Koridze (Georgia)
Produttore: Alexander Koridze (Spark)

This Is IT

This Is IT Laser Film Award
The Store – Amy-Ro Sköld (Italy/Sweden)
Produttori: Francesca Portalupi (indyca), Lovisa Charlier (Tangram Film)

This Is NOW Laser Film Award
White Road – Ella Manzheeva (Russia/Armenia)
Produttori: Elena Glikman (Telesto Film), Victoria Lupik (Anniko Films)

Italian-Baltic Development Award for Co-Production
Alamut by Laibach – Ugis Olte, Sašo Podgoršek (Lettonia/Italia/Slovenia)
Produttori: VFS Films, Transmedia srl, Traal Films

I Am a Bird Now – Marko Raat (Estonia/Italia)
Produttori: Allfilm, PFA Films

CIRCLE awards

EWA Circle Award
Searching for the Goddess - Lina Lytė Plioplytė (Lituania)
Produttore: Andrėja Čebatavičiūtė (Moonmakers)

Cineuropa Marketing Award
I Want You to Know - Maja Medić (Serbia)
Produttori: Dragana Jovović, Maja Medić (Shadow Works)

Thessaloniki Documentary Festival Award
Untitled Project - Ayşe Toprak (Germany/Estonia)
Produttori: Ekin Çalışır, Julia Cöllen (Purple Pigeon Productions)

Beldocs Surprise Award (Invitation to Beldocs in Progress)
Searching for the Goddess - Lina Lytė Plioplytė

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy