email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

SUNDANCE 2023 Concorso World Cinema Dramatic

Recensione: When It Melts

di 

- Nel suo primo lungometraggio da regista, Veerle Baetens propone un adattamento lineare del libro di Lise Spit, interrogandosi sul riemergere dei nostri traumi infantili

Recensione: When It Melts
Rosa Marchant in When It Melts

Veerle Baetens, nota al pubblico per la sua carriera di attrice, e in particolare per il suo indimenticabile ruolo in Alabama Monroe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
di Felix Van Groeningen, si cimenta ora nella regia con un adattamento senza compromessi del primo romanzo di Lize Spit, Si scioglie, rivelazione della letteratura fiamminga contemporanea, presentato in anteprima nella sezione World Cinema Dramatic del Sundance Festival. When It Melts [+leggi anche:
trailer
intervista: Veerle Baetens
scheda film
]
è il ritratto in due movimenti di Eva, una giovane donna traumatizzata da un'estate crudele che ha distrutto la sua possibilità di essere felice.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film inizia con il botto. Eva, una giovane donna solitaria e ritirata, sopravvive più che vivere, e dipende emotivamente dalla sorella minore che vive accanto a lei. Quando la sorella decide di lasciare l’appartamento e di iniziare una relazione, Eva perde la bussola. Vede una riunione di vecchi amici del villaggio in cui ha trascorso gli anni dell'infanzia come un'opportunità per risolvere i suoi traumi. Perché Eva vive nel passato, un passato che ci viene mostrato in flashback, durante un'estate in cui, alle porte dell'adolescenza, Eva e i suoi due migliori amici, Tim e Laurens, dicono addio all'infanzia e passano all'età adulta.

Hanno vissuto tutto insieme queste estati indolenti, le famiglie, persino la tragica morte del fratello di uno di loro, ma le loro strade divergeranno radicalmente quando Eva capirà a fatica che deve scegliere da che parte stare, che non c'è posto per lei nel club dei ragazzi.

La storia procede in parallelo, attraverso questa estate simbolicamente assassina e l'intrigante missione in cui Eva si imbarca da adulta, il suo viaggio verso la scena del crimine, la sua meticolosa preparazione per quella che immaginiamo sarà la sua vendetta, o almeno la sua crociata per regolare i conti. Con i ragazzi che con la loro crudeltà l'hanno messa alla gogna. Anche con gli adulti, il cui silenzio forse l'ha distrutta ancora di più. Mentre si avvicina alla meta, la seguiamo a ritroso, fino al dramma che segnerà il suo destino.

Con When It Melts, Veerle Baetens tenta la difficile riabilitazione di una vittima che preferiremmo non vedere o sentire, una vittima il cui dolore insondabile non vogliamo più vedere per paura di perderci in esso. Cosa facciamo con le nostre ferite infantili, quando non possono essere risolte in tempo? Possiamo ricostruirci, in silenzio, quando dimenticare non è un'opzione? E come possiamo ascoltare chi non parla? Sostenuto da una regia meticolosa e dall'impressionante perseveranza del cast, tra cui Charlotte de Bruyne e la giovane Rosa Marchant, il film osa immergersi nell'abisso del malessere della sua eroina, senza infingimenti.

When It Melts è prodotto da Savage Film (Belgio), in coproduzione con PRPL (Paesi Bassia) e Versus Production (Belgio). Le vendite internazionali sono affidate a The Party Film Sales.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy