email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Russia

Cinema francese a Mosca

di 

Si apre oggi la 4a edizione del Festival del cinema francese organizzata a Mosca da Unifrance e l’Ambasciata di Francia. In programma nove film accompagnati da numerosi registi e attori, presentati al Puchkinski e alla Casa degli Scrittori. Un evento che sottolinea la buona salute della Settima Arte francese in Russia.

Nella capitale russa saranno presenti due giovani attrici che incarnano il talento, lo charme e l’avvenire della cinematografia nazionale : Anna Mouglalis e Sylvie Testud. Quest’ultima arriverà in compagnia di Alain Corneau regista di Stupeur et tremblements [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che verrà presentato nell’anteprima moscovita. Ma ci sarà anche Coline Serreau con 18 ans après, e Jean-Paul Rappeneau che arriva con Bon voyage [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film candidato francese all’Oscar 2004 come miglior film straniero. Sarà della partita anche Claude Miller con La Petite Lili e Francis Veber con Sta zitto…non rompere che aprirà il festival. Tra gli altri film in programma Le papillon di Philippe Muylde, Dans ma peau [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marina De Van, Snowboarder di Olias Barco et Mariées mais pas trop [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Catherine Corsini.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Unifrance, l’organismo di promozione del cinema francese all’estero ha approfittato dell’occasione per sottolineare il crescente successo delle produzioni d’oltralpe nelle sale russe: 1.5 milioni di spettatori nel 2000, 2.46 milioni nel 2001 e 2.69 milioni nel 2002, su una frequenza totale di 65 milioni di spettatori. Con circa 100 film all’anno venduti alla Russia, il cinema francese ha una promettente carriera davanti a sé, come lo dimostra l’uscita prevista per il 25 dicembre prossimo di Sta zitto … non rompere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy