email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia

Locarno 2005, la guerra di Capuano

di 

Locarno 2005, la guerra di Capuano

Antonio Capuano è l'unico italiano in concorso al prossimo Festival di Locarno (dal 3 al 13 agosto) con La guerra di Mario, una produzione Fandango e Indigo Film, in collaborazione con Medusa Film e Sky (Distribuzione Medusa).
Protagonista di questa drammatica storia familiare è Valeria Golino, affiancata da Andrea Renzi e il piccolo Marco Grieco: definito un "bambino difficile", Mario (9 anni) viene sottratto alla famiglia dal tribunale dei minori e affidato ad una coppia di quarantenni non sposati. E' per tutti e tre una occasione di confronto tra due realtà molto lontane e il tentativo di vivere insieme si dimostrerà difficile e doloroso.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

"Il film è nato dall'esperienza di adozione che una mia amica ha vissuto. È un film emotivo, che racconta il rapporto complesso tra due culture", ha raccontato il regista napoletano a CinecittàNews. La guerra di Mario è un film molto napoletano, con lo stesso cast tecnico de Le conseguenze dell'amore di Paolo Sorrentino. "C'è infatti la produzione di Nicola Giuliano e Luciano Stella (presidente della Film Commission campana), Giogiò Franchini al montaggio e alla fotografia un "quasi napoletano" come Luca Bigazzi".

Marco Grieco, il ragazzino protagonista del film, è stato scelto tra 1.500 bambini nelle scuole di Napoli. "Un ragazzo e un attore meraviglioso, di grande talento, molto simile a come appare nel film, inafferrabile e forte. Ma quando era il momento, invece di girare voleva giocare a pallone e si lamentava: 'Perché mi avete scelto?'".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy