email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Spagna

El Aura: anatomia di un crimine

di 

Presentato nella sezione ufficiale del Festival di San Sebastian sabato scorso, El Aura [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
segna il ritorno del regista argentino Fabián Bielinsky cinque anni dopo il successo internazionale di Nove regine.

Il thriller, ambientato in Patagonia, ci accompagna nel viaggio nella mente di un uomo apparentemente misurato e timido che sogna il furto perfetto. Un giorno, mentre si trova a caccia nelle foreste dell'Argentina del sud, gli capita l'occasione e non vuole farsela sfuggire. Nell'esplorare la profondità dell'anima torturata del personaggio, il film diventa uno studio claustrofobico sull'ossessione umana, sfidando i limiti della sincerità e del pericolo. Ricardo Darín, attore protagonista di Nove regine si fonde nell'universo di Bielinsky per comporre un personaggio silenzioso che si renderà conto che non basta l'intelligenza per realizzare il suo sogno. Già fin da ora circola la voce che l'attore potrebbe essere il vincitore della Concha d'oro per la migliore interpretazione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

El Aura, film sul quale Cineuropa ha già pubblicato un making of è una coproduzione fra Argentina (Patagonik Film Group), Spagna (Tornasol Films) e Francia (Davis Films). Celluloïd Dreams ne cura le vendite.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy