email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Un’Anima vincente per l’Europa

di 

Il film ungherese The District di Aron Gauder ha vinto ieri sera il premio al miglior film al festival Anima 2006, oltre che il riconoscimento della rete BeTV che si impegna a diffonderlo. Vince anche il cortometraggio britannico City Paradise di Gaëlle Denis che si aggiudica la palma per l’animazione.

Con 7 lungometraggi in anteprima e 133 cortometraggi inediti, Anima ha celebrato il cinema d’animazione del mondo intero ma gli undici premi assegnati nel concorso internazionale sono andati in maggioranza (precisamente 9) a titoli europei. I francesi fanno la parte del leone: Versus di François Caffiaux, Romain Noël e Thomas Salas ha vinto come miglior corto delle scuole, L'Oiseau Do di Henri Heidsieckpour nella categoria ‘pubblico dei giovani’, e Nocturne di Guillaume Delauna categoria internazionale dedicata al cinema delle scuole. E il festival si è chiuso ieri con Renaissance [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Aton Soumache
intervista: Christian Volckman
scheda film
]
, l’opera prima originale e impressionante del francese Christian Volckman (al quale Cineuropa dedicherà presto un focus).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quanto al Belgio, il premio del pubblico è andato a Slow Motion di Pascal Ardant mentre Hot Dog di Joke Van Der Steen e Valère Lommel ha ricevuto il gran premio della comunità francese. Il nostro partner Cinergie ha assegnato il proprio premio a Le Môme fait mouche di Alain Sace, un film sensibile "alla pedagogia e alla trasmissione del sapere", sottolineando che "non ci può essere arte senza storia né storia senza arte".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy