email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SAN SEBASTIAN 2006 Germania

Emma's Bliss in competizione per il Premio Altadis

di 

Emma’s Bliss [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Emmas Glueck) di Sven Taddicken è stato presentato in première internazionale venerdí scorso al 54° Festival di San Sebastian. Il film partecipa alla competizione per il Premio Altadis, dedicato ai registi emergenti.

Il regista e l'attrice principale, Joerdis Triebel, erano a San Sebastian, dove hanno presentato il film ad un pubblico entusiasta (la première è stata sold-out) .

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il film racconta la storia di Emma e Max. Emma (Joerdis Triebel) alleva maiali nella sua vecchia, decadente, nonché coperta di debiti, fattoria di famiglia, in cui vive completamente sola. Cura i suoi maiali con amore, fino al giorno in cui è costretta a macellarli, triste epilogo che affronta con la solita tenerezza.

Max (Juergen Vogel) è un solitario venditore d'auto con frequenti problemi allo stomaco. Durante un visita dal medico, scopre che la sua vita è in pericolo. Reagendo in modo esagerato, ruba del denaro al suo unico amico e prenota un volo con il solo desiderio di andare lontano, ma nella corsa, si scontra contro una Jaguar e plana sulla fattoria di Emma. Proprio qui scoprirà che la felicità puó essere nascosta dietro l'angolo.

Nella stessa competizione troviamo la coproduzione tedesco-svizzera So Long [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Wir werden uns wiederseh'n) di Stefan Hillebrand e Oliver Paulus. La storia di tre persone che si incontrano e si innamorano sul luogo di lavoro, una casa di cura. Tutto sembra normale, ma in realtà le loro esistenze sembrano destinate ad una permanente lotta interiore. Il film è stato prodotto da Hillebrand per la Frischfilm e da Paulus per la compagnia svizzera Motorfilm.

Nella sezione Retrospettive, quest'anno dedicata ad Ernst Lubitsch, verranno prioiettati 47 suoi film, oltre che la première mondiale del documentario Ernst Lubitsch in Berlin di Robert Fischer. Nel film, la figlia di Lubitsch, Nicola, accompagna lo spettatore in un viaggio nel cinema con l'aiuto di storici, esperti della cinematografia del padre, ed alcuni dei più grandi registi tedeschi contemporanei. La retrospettiva è stata organizzata grazie al supporto della fondazione Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy