email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Lussemburgo

Cinénygma apre la corsa al Melies

di 

Il thriller fantastico belga The Room [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del regista Gilles Daoust ha aperto la 10ma edizione del Cinénygma Luxembourg International Film Festival il 22 ottobre. Il film, che vede la partecipazione di Pascal Duquenne, Caroline Veyt e Philippe Résimont, narra la vicenda di una famiglia che si trova rinchiusa nella propria casa quando una porta, piena di segni misteriosi, appare all’improvviso in uno dei corridoi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Cinénygma fa parte della European Fantastic Film Festivals Federation, e assegna, per questo, il Méliès d’Argento al Miglior film fantastico europeo. Il vincitore concorrerà all’interno della competizione annuale per il Méliès d’oro insieme ai vincitori del Méliès d’argento di tutto il continente.

Il concorso Méliès del festival comprende il film di apertura The Room del belga Gilles Daoust; il film di vampiri svedese Frostbite [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anders Banke; il racconto horror H2Odio dell’italiano Alex Infascelli; lo spagnolo Ausentes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Daniel Calparsoro; il thriller psicologico lussemburghese/britannico In a Dark Place di Donato Rotunno; la casa infestata di Coisa Ruim [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della coppia portoghese Tiago Guedes e Frederico Carvalho; il thriller/horror britannico Broken, di Adam Mason e Simon Boyes, il tedesco Grimm Love, storia vera del cannibale tedesco vietato in Germania a causa della normativa sulla privacy. Protagonista del film, diretto da Martin Weisz, Thomas Kretschmann nel ruolo del cannibale di Rothenburg.

La giuria del Méliès d’argento è presieduta dal produttore locale Jean-Claude Schlim e comprende anche il regista lussemburghese Pol Cruchten (Perl oder Pica /Small Secrets), e gli sceneggiatori Claude François e Paul Lesch. Lo scorso anno, il premio assegnato in Lussemburgo era andato all’horror norvegese Next Door, pellicola ispirata a Lynch e Polanski su un uomo intrappolato in un appartamento insieme alle sue due pericolose e sexy vicine. Diretto da Pål Sletaune, il film ha vinto una menzione speciale ai Méliès d’oro 2005/2006, subito dietro al vincitore Le mele di Adamo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Anders Thomas Jensen
intervista: Mads Mikkelsen
intervista: Tivi Magnusson
scheda film
]
(cfr. focus) di Anders Thomas Jensen.

Tra gli altri titoli già anticipati nel programma, ci sono anche numerosi film horror americani, un’anteprima dell’adattamento di Guillaume Nicloux di The Stone Council [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
con Monica Bellucci, Catherine Deneuve e Moritz Bleibtreu, l’horror francese Ils di David Moreau e Xavier Palud ed il thriller psicologico svedese Storm [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mårlind & Stein. Il festival si chiuderà il 28 ottobre, con l’assegnazione del Méliès d’argento al Miglior film europeo e il suo Grand Prix Cinénygma al Miglior film internazionale, prima della proiezione del film conclusivo, il nuovo thriller di Alfonso Cuarón, Children of Men.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy