email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Belgio

L'inarrestabile ascesa di Scope Picture

di 

Angel [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di François Ozon (leggi l'intervista), distribuito questa settimana in Belgio da ABC Distribution, è una coproduzione tra i francesi di Fidélité Films (partner abituali del regista), i britannici di Poisson Rouge Pictures e i belgi di Scope Pictures. Questa nuova casa di produzione, filiale della società SCOPE Invest, ha aggiunto così a un già nutrito catalogo questa perla del cinema europeo, finanziando 2,5 milioni di euro dei 15 milioni di budget complessivo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Creata nel 2003 da Alexandre Lippens, Maximilian Weiner, Cédric de San e Geneviève Lemal, SCOPE Invest è una società d'intermediazione, specializzata nella ricerca di finanziamenti defiscalizzati per il settore audiovisivo (leggi il dossier sul tax-shelter). L'entrata in vigore del tax-shelter ha visto nascere numerose società d'intermediazione, il cui compito, ben diverso da quello di una casa di produzione, è trovare investitori privati. Ma da due anni a questa parte, alcune di queste società hanno creato le loro filiali di produzione, permettendo così di diversificare i progetti e di non dipendere dalle scelte di altre case di produzione (leggi la news).

Dopo successi come Vai e vivrai [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Denis Carot
intervista: Didar Domehri
intervista: Radu Mihaileanu
scheda film
]
, Cacciatore di teste [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Joyeux Noël [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christian Carion
intervista: Christophe Rossignon
scheda film
]
e L'Enfant [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Luc & Jean-Pierre Dardenne
scheda film
]
, SCOPE Invest si è lanciata nell'autunno 2005 nella produzione creando Scope Picture: "Il miglior modo di tutelare i fondi degli investitori è fare le cose da sé, senza dipendere da terzi", spiega Geniève Lemal. La società, che conta una decina di persone, ha raccolto 7 milioni di euro nel 2004, 9 milioni nel 2005 e annuncia 12 milioni per il 2006. "Abbiamo arricchito il nostro staff commerciale di personale bilingue incaricato di trovare investimenti nelle Fiandre", aggiunge la produttrice. "Contiamo dunque di raddoppiare i fondi nel 2007. Puntiamo a 20, 25 milioni di euro".

Dopo Mauvaise Foi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roschdy Zem e Indigènes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean Bréhat
intervista: Rachid Bouchareb
scheda film
]
di Rachid Bouchareb, la giovane società di produzione si lancia in numerosi progetti importanti, in particolare Cineman, il nuovo lungometraggio di Yann Moix (Podium), dal budget di 20 milioni di euro, la cui parte belga sarebbe di 8,5 milioni. Per il prossimo lungometraggio di Jaco Van Dormael, Mr Nobody (leggi la news), megacoproduzione in lingua inglese prodotta dalla società del regista, Toto & Co Films , con i francesi di Pan Européenne, il budget sarà di 35 milioni di euro e l'apporto di Scope, coproduttore, di 8,5 milioni.

Tra i progetti anche quello di lavorare con il Regno Unito: "Abbiamo seguito la soppressione del GAAP fund in Inghilterra (leggi la news). Abbiamo molti fondi da investire, voglia di lavorare con essi e siamo alla ricerca di film", ma "da amanti del cinema, cerchiamo film validi", conclude Geneviève Lemal. E la filmografia di Scope non la smentisce.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy