email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Spagna

Sedici titoli per la Golden Shell

di 

Sedici lungometraggi concorreranno per la Golden Shell alla 55ma edizione del San Sebastian International Film Festival (20–29 settembre), che metterà insieme numerosi filmmaker affermati, per la prima volta al festival (Hans Weingartner, Manuel Poirier, Wayne Wang, David Cronenberg), ed altri le cui opere sono già state presentate a San Sebastian, come Gracia Querejeta, Icíar Bollaín, Simon Staho e Nick Broomfield.

Di questi 16 titoli, sette sono europei. Le due produzioni locali già annunciate – Mataharis della Bollain e Seven Billiards Tables della Querejeta (leggi news) – sono stati affiancati dal francese La maison di Poirier, con l'attore catalano Sergi López (leggi news); la co-produzione tedesco/austriaca Reclaim Your Brain di Hans Weingartner (The Edukators), con Moritz Bleibtreu nel ruolo del produttore tv in declino; il regista britannico Nick Broomfield con il suo dramma sul conflitto in Iraq Battle of Haditha; il film iraniano/francese Buddha Collapsed Out of Shame di Hana Makhmalbaf; ed il danese Daisy Diamond di Simon Staho (leggi intervista), che torna a San Sebastian a due anni di distanza dal controverso Bang Bang Orangutang.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il film d'apertura è Eastern Promises di David Cronenberg, girato a Londra (news), mentre Michael Radford – il cui prossimo La mula sarà girato in Spagna (news) – chiuderà il festival con Flawless.

Fuori concorso ci sono il film franco/portoghese/spagnolo The Inner Life of Martin Frost di Paul Auster (che segue Jeanne Moreau, presidente di giuria quest'anno) ed il documentario tedesco/britannico Earth di Alastair Fothergill e Mark Linfield.

Sei film in corsa per la Golden Shell concorreranno anche per l'Altadis-Premio Nuovi Registi (leggi news): Buddha Collapsed Out of Shame, gli americani Emotional Arithmetic e Our Father, l'argentino Embodiment, il coreano Shadows in the Palace e la co-produzione sud-americana Matar a todos.

Oltre al concorso ufficiale e alla sezione collaterale Zabaltegui, San Sebastian proporrà una retrospettiva dedicata a Philippe Garrel ed un focus sul recente cinema scandinavo. I professionisti dell'industry potranno incontrarsi nel Sales Office e interagire in una delle attività parallele dell'evento: Films in Progress e Cinema in Motion (news)
Film in concorso

Eastern Promises - David Cronenberg (Film d'apertura)
Battle for Haditha - Nick Broomfield, Regno Unito
Buddha Collapsed Out of Shame - Hana Makhmalbaf, Iran/Francia
Daisy Diamond - Simon Staho, Danimarca
Reclaim Your Brain [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Hans Weingartner, Germania/Austria
La Maison [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Manuel Poirier, Francia
Mataharis - Iciar Bollain, Spagna
Seven Billiards Tables - Gracia Querejeta, Spagna
Exodus - Pang Ho-Cheung, Hong Kong
Emotional Arithmetic - Paolo Barzman, Canada
Embodiment - Anahí Berneri, Argentina
Shadows in the Palace - Kim Mee-jeung, Corea
Honeydripper - John Sayles, Stati Uniti
Matar a todos - Esteban Schroeder, Uruguay/Cile/Argentina
Our Father - Christopher Zalla, Stati Uniti
A Thousand Years of Good Prayers - Wayne Wang, Stati Uniti

Film fuori concorso
Earth - Alastair Fothergill, Mark Linfield, Regno Unito/Germania
The Inner Life of Martin Frost - Paul Auster, Francia/Spagna/Portogallo
Flawless - Michael Redford – Regno Unito (Film di chiusura)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy