email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Pubblicità, soldi, donne e cocaina per 99 F

di 

Bombardamento mediatico e ampia distribuzione in 407 copie disposte oggi da Pathé Distribution per 99 F [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Kounen, che domina sulle undici novità in arrivo questo mercoledì nelle sale francesi. Adattamento del fortunato romanzo di Frédéric Beigbeder sulle derive del mondo della pubblicità, il film punta sulla crescente popolarità di Jean Dujardin (Brice de Nice [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, OSS 117, Le Caire nid d'espions [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) per sedurre il pubblico a dispetto della critica. Satira al vetriolo interpretata anche da Jocelyn Quivrin, Patrick Mille, Vahina Giocante ed Elisa Tovati, 99 F, sceneggiato dal duo Bruno Lavaine - Nicolas Charlet, racconta le disavventure di Octave, copywriter della più grande agenzia di pubblicità al mondo, per il quale "l'uomo è un prodotto come gli altri". Soldi, donne e cocaina scorrono a fiumi fino al giorno in cui egli si ribella sabotando la sua campagna più importante.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Un personaggio ambiguo ("Spero che voi mi detestiate per meglio detestare l'epoca che mi ha creato") che ha attirato un regista anch'esso controverso, Jan Kounen, che firma il suo terzo lungometraggio di finzione dopo Dobermann (1996) e Blueberry (2005), oltre a un'incursione nel documentario mistico (Darshan - l'étreinte visto a Cannes fuori concorso nel 2005 e D'autres mondes). Prodotto da Ilan Goldman per Film 99 Francs, il lungometraggio ha beneficiato di un budget di 12,4 milioni di euro, tra cui un sostegno di Arte France Cinéma (350 000 euro in coproduzione e 150 000 in pre-acquisto), di una piccola coproduzione di SFP Cinéma, dei pre-acquisti di Canal + (2,3 M€) e di CinéCinéma (250 000 euro), e di 4,25 M€ di Pathé (coproduzione, distribuzione in Francia e vendite internazionali).

Anche il giovane cinema francese al femminile ha il suo spazio oggi con due opere prime dal budget ristretto (1,64 M€ e 2,1 M€) aiutate dall'anticipo sugli incassi del Centre National de la Cinématographie (CNC) per 430 000 e 420 000 euro. Pyramide distribuisce infatti in 42 copie Tout est pardonné [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: David Thion
intervista: Mia Hansen-Löve
scheda film
]
di Mia Hansen-Love, una produzione di Films Pelléas apprezzata all'ultima Quinzaine des réalisateurs cannense e molto sostenuta dalla critica. E Gaumont assicura una buona distribuzione in 107 copie di Regarde moi (Ain't Scared) di Audrey Estrougo, una produzione firmata 7e Apache Films.

A questo terzetto di uscite francesi si aggiungono il documentario Les Femmes du mont Ararat di Erwann Briand (Novociné - 2 copie), quattro film americani e due coproduzioni minoritarie provenienti dal festival di Cannes 2007: Alexandra [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del russo Alexandre Sokurov (articolo), distribuito in 26 copie da Rezo Films, e L'âge des ténèbres del canadese Denys Arcand, lanciato su 260 schermi da StudioCanal. Ma a fare notizia è soprattutto l'uscita di Control [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anton Corbijn con Sam Riley e Samantha Morton. Label Europa Cinemas all'ultima Quinzaine des réalisateurs di Cannes (vedi l'articolo) e premio Michael Powell al festival di Edimburgo, la coproduzione europea che racconta la vita di Ian Curtis, leader del mitico gruppo rock inglese Joy Division, ha scatenato l'entusiasmo unanime della critica, il che fa presagire una carriera interessante per questo lungometraggio distribuito in 51 copie da La Fabrique de Films.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy