email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Guillaume Canet nei panni di una spia

di 

Sulla scia del favore di cui gode il cinema di genere nella produzione francese (poliziesco, thriller, fantascienza), tornano sulla scena anche le spy-story. Prima di raggiungere Christian Carion e Nikita Mikhalkov sul set di Farewell (leggi l'articolo), Guillaume Canet esplora questo universo in Un simple espion, opera prima di Nicolas Saada, le cui riprese sono cominciate a Parigi il 19 novembre.

Al fianco dell'attore in piena ascesa (grande successo in Francia e Germania per Ensemble, c'est tout [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, prossimamente nelle sale con La Clef [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
il 19 dicembre, Les liens du sang [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
il 19 gennaio e Cortex [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
il 30 gennaio), premiato oltretutto per la sua prova da regista (Ne le dis à personne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), figurano nel cast di Un simple espion i connazionali Géraldine Pailhas e Hyppolite Girardot, oltre ai britannici Stephen Rea (attore feticcio di Neil Jordan, nominato agli Oscar per The Crying Game), Alexander Siddig (Un homme perdu) e Archie Panjabi (A Mighty Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Shooting Star 2005)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Ex giornalista dei Cahiers du Cinéma, apprezzato co-sceneggiatore di Léo, en jouant dans la compagnie des hommes di Arnaud Desplechin, Nicolas Saada ha diretto tre cortometraggi, tra cui Les Parallèles (nominato ai César 2005 e selezionato alla Settimana della critica di Cannes 2004). Autore della sceneggiatura di Un simple espion, egli racconta le disavventure di Vincent (Guillaume Canet), controllore di bagagli all'aeroporto di Roissy. Dopo aver scoperto dell'esplosivo nella valigia di un diplomatico siriano diretto a Londra, egli viene interrogato dai servizi segreti francesi (la DST) che lo reclutano per impedire un attentato sul territorio inglese.

Prodotto da Michaël Gentile per The Film (produttore anche di Vinyan di Fabrice Du Welz, in post-produzione), Un simple espion beneficia di un budget di 7,27 M€. Tra i partner si distinguono France 2 Cinéma (1,3 M€ in coproduzione e pre-acquisto), Canal + (1,2 M€), la regione Ile-de-France (360 000 €) e Studio 37 (2,8 M€), anche coproduttore, che ha delegato la distribuzione francese a Mars Distribution (esce nel secondo semestre 2008) e che è in trattative per la scelta del rivenditore internazionale. Le riprese dureranno 40 giorni, con cinque settimane a Parigi e tre a Londra a gennaio. Da segnalare infine che la musica sarà firmata dal celebre gruppo francese Air (complici abituali di Sofia Coppola).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy