email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2008 Panorama Special / Svezia

Il matrimonio è un campo di battaglia

di 

Simon Staho, il più svedese tra i regista di origine danese, ha presentato il suo Heaven’s Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ieri sera al Berlinale Special. La sua ben riuscita opera sul matrimonio è interpretata da un eccezionale quartetto di attori svedesi di talento: Mikael Persbrandt, Lena Endre, Maria Lundqivt e Jakob Eklund.

Un bergmaniano Scene da un matrimonio rivisitato? “Certamente no!” ha detto il giovane filmmaker durante il dopo-proiezione, “perché quell film di Bergman appartiene al passato. Bergman è morto e non puoi essere influenzato da qualcuno che è morto. E’ come il latino, una lingua morta!”

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tuttavia il nuovo film di Staho segue la più pura tradizione svedese del dramma umano ed è perfettemente all’altezza di quella ricca tradizione. Strutturato come una piece teatrale, il film inizia come un flashback: Lars (Persbrandt) e Susanne (Endre) stanno andando verso il divorzio.

Dieci mesi prima, li vediamo felici assieme, che si preparano per una cena. La cena durante la quale il loro matrimonio – apparentemente solido come una roccia – e quello del loro migliore amico verranno messi alla prova. Tutto per una casuale conversazione sulla relazione adulterine di un collega. “Cose succederebbe se capitasse a me? A noi?” è la domanda che ognuno comincia a farsi e a rivolgere al proprio partner.

Come musicisti ai quali il direttore d'orchestra chieda di seguire lo spartito, gli attori di Staho seguono scrupolosamente il copione. Le parole sono crudeli in tutta la loro verità, e colpiscono le coppie di mezza età dritto al cuore. La violenza delle emozioni è amplificata dagli ambienti – quasi senza mobili - e dalla musica (strumenti classici da soli) nella sua essenzialità.

Il film è prodotto dalla branca svedese di Zentropa, Trollhättan Film AB, in coproduzione con Sonet Film, XX Film, Film i Väst, Pan Vision AB, SVT con il supporto dello Swedish Film Institute.

La distribuzione internazionale è curata daTrust Film Sales. L’uscita in Svezia è prevista per il 28 febbraio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy