email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Claude Miller esplora la ricerca dell'identità

di 

Claude Miller esplora la ricerca dell'identità

Claude Miller torna sul set dopo il successo di Un secret [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(1,63 milioni di spettatori e 11 nomination ai César 2008) e il suo impegno nel "Club dei 13" (news). Il regista comincia lunedì le riprese di Je suis heureux que ma mère soit vivante, suo 14mo lungometraggio, co-diretto dal figlio Nathan e prodotto da Jean-Louis Livi per F Comme Film. Nel cast figurano la giovane promessa ventiduenne Vincent Rottiers (Di passaggio [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Yves Verhoeven (al suo quinto film con Miller), Christine Citti (Quand j'étais chanteur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Sophie Cattani (Le tueur).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Co-firmato dai Miller, padre e figlio, insieme ad Alain Le Henry (vincitore con Jacques Audiard del premio della sceneggiatura a Cannes nel 1996 per Un héros très discret), lo script di Je suis heureux que ma mère soit vivante parte dal postulato che "la nostra identità è un vestito che la nostra infanzia ci cuce addosso. La presenza di chi ci ha cresciuto, i nostri genitori, determina ciò che noi siamo. Ma che succede quando loro non ci sono?".

Tra i 7 e i 20 anni, Thomas (Vincent Rottiers ) cerca Julie, sua madre biologica (Sophie Cattani). All'insaputa dei genitori adottivi (Yves Verhoeven e Christine Citti), ritrova questa donna che lo ha abbandonato quando aveva quattro anni e comincia con lei una "doppia vita". Ma "qui a deux maisons perd la raison" (chi ha due case perde la ragione), dice il proverbio.

Coprodotto da Orly Films e da France 3 Cinéma, Je suis heureux que ma mère soit vivante è stato pre-acquistato da Canal +. Le riprese sono programmate per nove settimane nella regione parigina; la distribuzione in Francia e le vendite internazionali sono ancora da attribuire.

Da notare che F Comme Film ha in post-produzione anche Leur morale… et la nôtre di Florence Quentin (prodotto con Gaumont e France 2 Cinéma – esce il 3 settembre 2008) con André Dussollier, Victoria Abril e Samir Guesmi. La società di Jean-Louis Livi ha terminato di recente anche le riprese di Un homme et son chien di Francis Huster (remake di Umberto D di Vittorio De Sica) con Jean-Paul Belmondo e Hafsia Herzi, e ha cominciato ai primi di marzo la lavorazione di Herbes Folles di Alain Resnais (leggi la news - coproduzione tra StudioCanal, France 2 Cinéma e gli italiani di Bim Distribuzione).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy