email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Coluche, histoire d’un mec: un comico in politica

di 

Coluche, histoire d’un mec: un comico in politica

"Invito i fannulloni, i sudici, i drogati, gli alcolisti, gli omosessuali, le donne, i parassiti, i giovani, i vecchi, gli artisti, i principianti, i neri, i pedoni, i capelloni, i pazzi, i travestiti, gli ex comunisti, gli astenuti convinti, tutti coloro che non contano per gli uomini politici, a votare per me". Nel settembre del 1980, il popolare attore comico francese Coluche annuncia così la sua intenzione di candidarsi all'elezione presidenziale del 1981. E il suo tentativo abortito è il soggetto di Coluche, histoire d’un mec [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, quarto lungometraggio di Antoine de Caunes, lanciato oggi nelle sale da Mars Distribution in 483 copie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Interpretato da un notevole François-Xavier Demaison (Le premier jour du reste de ta vie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) nel ruolo principale, da Denis Podalydès, Léa Drucker e il belga Olivier Gourmet, il film (sceneggiato dal regista e da Diastème) oscilla tra la commedia e il ritratto fallimentare di un uomo risucchiato in una spirale incontrollabile innestata dal fatto che il 17 % delle intenzioni di voto sono effettivamente a suo favore.

Prodotto da Cipango Films, Coluche, histoire d’un mec ha beneficiato di un budget di 8,5 M€, che comprende le coproduzioni di Studio 37 e di France 2 Cinéma, i pre-acquisti di Canal + e di Ciné Cinéma, e il sostegno della regione Ile-de-France. Le vendite internazionali sono guidate da Kinology.

Tra le altre otto novità in uscita questo mercoledì figura un'altra commedia francese molto apprezzata dalla critica: Le crime est notre affaire [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pascal Thomas. Proseguendo il suo lavoro di adattamento dei gialli di Agatha Christie, il regista ha scelto come protagonisti Catherine Frot e André Dussollier, al fianco di Chiara Mastroianni, Melvil Poupaud e Annie Cordy. Prodotto da Les Films Français per 12 M€ di budget, il lungometraggio è stato coprodotto da StudioCanal, France 2 Cinéma, Rhône-Alpes Cinéma e Ah! Victoria! Films. StudioCanal, che si occupa delle vendite internazionali, distribuisce il film in oltre 300 copie.

Da notare anche l'uscita del film in tre parti Tokyo! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michel Gondry, Léos Carax e Joon-Ho Bong, svelato all'ultimo festival di Cannes (Haut et Court Distribution in 66 copie), del documentario La fièvre de l'or di Olivier Weber (Zootrope Films/ Rosem Distribution) e del film d'animazione svedese Desmond et la créature du marais di Magnus Carlsson (Les Films du Préau in 41 copie), che cercheranno di farsi strada tra quattro produzioni americane.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.