email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL DI ROMA Italia

Parlami di me, Brando De Sica sulle orme del nonno Vittorio

di 

Parlami di me, Brando De Sica sulle orme del nonno Vittorio

Festival “formato famiglia”, quello di Roma. L'aveva promesso il presidente Gian Luigi Rondi, e la Selezione Ufficiale mantiene la parola: dopo la Maria Sole Tognazzi del film d'apertura L'uomo che ama [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l'esordiente Brando De Sica è il secondo figlio d'arte in concorso per il Marc'Aurelio d'oro.

Figlio e nipote, per dirla tutta: e in Parlami di me [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che riprende il fortunato (e omonimo) spettacolo teatrale portato in scena dal padre Christian De Sica, sono molte le pagine dedicate al nonno Vittorio, maestro del Neorealismo e interprete tra i più amati del cinema italiano.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Non l'ho mai conosciuto, ma le mie favole da piccolo sono state i suoi film, I bambini ci guardano e Miracolo a Milano", spiega l'autore, che dopo alcuni trascorsi da attore ha scelto di stare dietro alla macchina da presa, fino a diplomarsi all'USC di Los Angeles: qui ha realizzato il cortometraggio L'uomo che voleva andare su Marte, che ha convinto i genitori (in particolare la mamma Silvia Verdone, produttrice del film) ad affidargli la regia. Il nepotismo, dunque, non c'entra, e "Brando ha portato una ventata di freschezza insolita in operazioni come questa", sottolinea Christian.

Nel futuro del neoregista, un noir a tinte forti: "Sono da sempre un appassionato di horror, e mi ha molto colpito il libro 'Il mostro - Anatomia di un'indagine' di Michele Giuttari: sto scrivendo una sceneggiatura che seguirà la pista esoterica degli omicidi del mostro di Firenze, i suoi mandanti, e il potere occulto dell'Antistato".

A produrlo potrebbe essere la Filmauro di Aurelio De Laurentiis, che distribuirà Parlami di me e ha tanti progetti in cantiere anche per Christian De Sica: oltre al consueto cinepanettone natalizio (il venticinquesimo della "saga"), anche un prequel di Amici miei. Ma per l'attore è anche il momento di misurarsi con corde drammatiche: presto dovrebbe essere protagonista de L'età dell'oro di Antonello Grimaldi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy