email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Germania

Mannheim-Heidelberg, capitolo 57

di 

Mannheim-Heidelberg, capitolo 57

La 57ma edizione del Festival internazionale di Mannheim-Heidelberg (6-16 novembre) si è aperta ieri sera ad Heidelberg con la proiezione del film canadese in concorso The Baby Formula. A Mannheim, l'apertura è prevista invece per questa sera con la proiezione in anteprima, fuori concorso, del film biografico sulla moglie di Schumann Clara [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in presenza della regista Helma Sanders-Brahms e dell'attore Pascal Gréggory (co-protagonista insieme a Martina Gedeck).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il festival, che accoglie ogni anno nelle due città summenzionate circa 1000 personalità dell'industria e 60.000 spettatori, prosegue la sua tradizione di presentare al mondo nuovi talenti, attraverso una selezione radicale (una quarantina di lungometraggi presentati ogni anno nelle due sezioni principali, il concorso internazionale e "Scoperte internazionali", scelti tra oltre 2000 candidati) di titoli freschi e mai proiettati nei grandi festival.

I titoli in concorso quest'anno sono 18 e rappresentano 14 paesi. I 12 titoli europei in lizza sono: i film spagnoli Amanecer de un sueño di Freddy Mas Franqueza, 14 Kilometros [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gerardo Olivares e Un poco de chocolate di Aitzol Aramaio, Du bruit dans la tête [+leggi anche:
trailer
intervista: Céline Bolomey
scheda film
]
di Vincent Pluss (Svizzera), Másik Bolygó (Another Planet) di Ferenc Moldoványi (Ungheria), i titoli francesi Les murs porteurs [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cyril Gelblat e Un roman policier [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stéphanie Duvivier, Nereikalingi zmones (Loss) di Maris Martinsons (Lituania), Nuits d'Arabie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Paul Kieffer (Lussemburgo), One Shot di Linda Wendel (in presenza della regista danese e dell'attore Jesper Christensen, visto negli ultimi due James Bond) , Prognoza (Forecast) di Zornitsa Sophia (Bulgaria) e Den siste revejakta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(The Last Joint Venture) di Ulrik Imtiaz Rolfsen (Norvegia). I candidati saranno giudicati da una giuria internazionale presieduta da Edgar Reitz.

La sezione "Scoperte internazionali" propone 14 film da 11 paesi, tra cui 9 titoli europei e tre film russi. La sezione "Festival del cinema tedesco" è composta da 5 titoli, tra cui l'ottimo The Heart is a Dark Forest [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nicolette Krebitz. In programma anche una sezione per bambini, una sezione speciale intitolata "Intense Times" che esplora, 40 anni dopo il '68, questa epoca di fermento e rivoluzione, e un'importante serie di dibattiti con gli autori dei film.

Per l'industria, il festival prevede, dal 12 al 16 novembre, la 12ma edizione di "Mannheim Meetings", dinamico ed efficace punto d'incontro per i professionisti che offre anche programmi di formazione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy