email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Slovacchia

Bratislava presenta il meglio del cinema locale

di 

Bratislava presenta il meglio del cinema locale

Il 10mo Festival internazionale di Bratislava (28 novembre-5 dicembre) presenta una selezione dei migliori corti, documentari e lungometraggi realizzati in Slovacchia quest'anno, tra cui Blind Loves [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Juraj Lehotsky.

La maggior parte dei titoli proiettati sono documentari. Il regista Pavol Barabas propone due storie d'avventura: Bhutan e Carstensz – The Seventh Summit. Afghan Women Behind the Wheel di Sahraa Karimi, tratta il tema delle donne autiste in questo paese lacerato dalla guerra. East Of Everest di Daniel Liska, offre uno scorcio della cultura sull'Himalaya.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il documentario The Optimist di Dusan Trancik, segue invece la vita di Ludovit Winter, uomo d'affari e fondatore di una spa. The Journey of Magdalena Robinson di Marek Šulík, esplora la storia di un sopravvissuto ai campi di concentramento e le conseguenze della guerra in Slovacchia.

The Last Caravan di Peter Benovsky, segue quattro famiglie di saltimbanchi nomadi, mentre Janik di Daniel Zemancik, ha come protagonista un uomo che gestisce un servizio di escort per signori anziani.

Tra i film di finzione selezionati, ci sono due film in costume: Tobruk di Vaclav Marhoul, su un battaglione cecoslovacco in Libia durante la Seconda guerra mondiale, e Gypsy Virgin di Dusan Rapos, su una musicista del XVIII secolo.

In programma, anche tre fiction della durata di meno di un'ora: la commedia Big Respect di Viktor Csudai, il thriller Surprise di Gabriel Hostaj, e Smog di Daniel Rihak, su un musicista poco ambizioso.

Tra i corti, da citare Mill di Mariana Cengel-Solcanska, rilettura di una ballata, Rural Round di Diana Novotna, su un medico di campagna, e Clothes For Her di Jana Szaboova, che tratta la storia personale di un nonno.

Alcuni cortometraggi d'animazione completano la selezione: About Socks and Love di Michaela Copikova, Metamorphoses di Lenka Psencikova, e The String di Michal Meszaros.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy