email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Terrorismo e spionaggio in Secret Défense

di 

Terrorismo e spionaggio in Secret Défense

La guerra invisibile tra i servizi segreti e i movimenti terroristici sbarca domani nelle sale con Secret Défense [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, terzo lungometraggio di Philippe Haïm che ha stupito e conquistato buona parte della critica. Prodotto e distribuito da UGC, questo film che coniuga un ritmo serrato a un'inchiesta approfondita, è interpretato da Gérard Lanvin, Vahina Giocante, Nicolas Duvauchelle e Simon Abkarian. Nel cast figurano anche Rachida Brakni, Mehdi Nebbou e Aurélien Wiik, mentre la direzione della fotografia è affidata a Jérôme Alméras (Il y a longtemps que je t'aime [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

Co-firmata dal regista e da Julien Sibony con la partecipazione di Natalie Carter, la sceneggiatura traccia il percorso parallelo di una giovane studentessa reclutata dalla DGSE (Direction Générale de la Sécurité Extérieure) e di un piccolo delinquente ingaggiato da una rete terroristica. Combattenti in nome di ideologie opposte, condividono pertanto uno stesso destino, come spiega il regista: "Quello dei giovani coinvolti in macchine da guerra che li utilizzano e li manipolano dalla A alla Z". Un intrigo sviluppato da Philippe Haïm (rivelatosi nel 1997 con il suo primo lungometraggio, Barracuda) sulla base di un grande lavoro di documentazione e con l'aiuto di diversi esperti (un islamista, uno psicologo clinico, una ex giornalista esperta di mondo arabo, due ex agenti segreti francesi, il direttore di Les Cahiers d'Orient e un ex capitano della Divisione Nazionale Anti-Terrorismo).

Attratto dal mondo dello spionaggio, Philippe Haïm ammette l'influenza del cinema americano e ha evocato tra i suoi riferimenti I tre giorni del Condor, Syriana e La spia che venne dal freddo, ma anche i film francesi Le Serpent di Henri Verneuil, Le dossier 51 di Michel Deville e La Sentinelle di Arnaud Depleschin. "Perché guardare in modo critico il mondo che ci circonda dovrebbe essere appannaggio esclusivo degli americani?", si è chiesto l'autore. "Perché nascondere che i nostri servizi segreti, le amministrazioni centrali della nostra democrazia, lavorano con metodi spesso illegali?".

Prodotto da Yves Marmion per UGC YM, Secret Défense ha beneficiato delle coproduzioni di France 3 Cinéma e di France 2 Cinéma, oltre ai pre-acquisti di Canal + e TPS Star. Le vendite internazionali sono guidate da UGC.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.