email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Belgio

Dirty Mind, secondo capitolo della trilogia di Van Hees

di 

Dirty Mind, secondo capitolo della trilogia di Van Hees

La settimana cinematografica belga sarà all'insegna dell'Europa, con l'uscita nelle sale di cinque film provenienti dal Vecchio Continente. Per quanto riguarda il cinema locale, Kinepolis distribuisce Dirty Mind [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pieter Van Hees, prodotto da Caviar Films. Van Hees si era fatto già notare nel 2008 con Left Bank [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film dell'orrore che aveva attirato circa 40.000 spettatori, guadagnandosi il decimo posto nella classifica del box office dei film belgi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

Dirty Mind racconta la storia di Diego, uomo introverso, discreto e timido che si ritrova trasfigurato in seguito a un incidente. Scomparso il noioso Diego, diventa Tony P, pilota dalla vita eccitante. Mentre un giovane neurologo cerca di comprendere le ragioni di questa trasformazione, Tony (o Diego) ha solo un'idea in testa: veder scomparire per sempre il vecchio Diego. Van Hees descrive il suo film come un mix tra Il grande Lebowski e Bridget Jones, un incontro tra opposti. Dirty Mind è il secondo capitolo dedicato al cervello di una trilogia intitolata Anatomie de l'amour et de la souffrance, cominciata con Left Bank (centrato sul corpo) e che si chiuderà con A Love Supreme (sull'anima).

In uscita questa settimana anche il film sul gruppo terroristico tedesco La Banda Baader-Meinhof [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Uli Edel. Successo di pubblico (oltre un milione di entrate in Germania in dieci giorni) e di critica, questo film è stata selezionata per rappresentare la Germania ai Golden Globes, agli Oscar e ai BAFTA. Il film è prodotto da Constantin Film AG per la Germania, Nouvelles Editions de Films per la Francia, e GT Film Production per la Repubblica Ceca.

Le altre uscite europee sono Diamant 13 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gilles Bréhat, con Gérard Depardieu e Olivier Marchal, coprodotto da Artemis (Belgio), e due film norvegesi, SOS di Arne Lindtner Naess per i più piccoli, e O'Horten [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Bent Hamer, molto apprezzato nei festival.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.