email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Svizzera

Home trionfa ai Premi del Cinema Svizzero

di 

Miglior film di finzione, Migliore sceneggiatura (Ursula Meier e Antoine Jaccoud) e Migliore giovane promessa (Kacey Mottet Klein, 10 anni!): alla cerimonia di consegna del Premio del Cinema Svizzero, Home [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Thierry Spicher
intervista: Ursula Meier
scheda film
]
, opera prima per il cinema di Ursula Meier, ha conquistato quasi un terzo dei Quartz assegnati a Lucerna lo scorso 7 marzo. Ancora in programmazione in Svizzera, Home ha raggiunto la soglia dei 60 000 spettatori ed è appena uscito in Spagna. La sua distribuzione è prevista per aprile in Grecia, India e Bulgaria, e poi a Cipro, Macedonia, Bosnia, Croazia, Gran Bretagna, Irlanda e Austria.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Gli altri Quartz, ai quali si aggiunge un Premio speciale della giuria per Giù le mani, documentario del ticinese Danilo Catti sulla lotta degli operai delle ferrovie svizzere, sono stati ben attribuiti, non senza qualche sorpresa: il Quartz del Miglior documentario è andato a No More Smoke Signals della svizzera-tedesca Fanny Bräuning – un film molto classico sugli indiani del Dakota – mentre il grande favorito era La Forteresse [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del romando Fernand Melgar, sui richiedenti asilo.

Anche il Quartz della Migliore interpretazione maschile è andato a uno svizzero-tedesco, Dominique Jann, per la sua performance in Luftbusiness [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Dominique de Rivaz, mentre la Shooting Star Céline Bolomey (intervista) ha vinto quello della Migliore interpretazione femminile per il suo ruolo in Du bruit dans la tête [+leggi anche:
trailer
intervista: Céline Bolomey
scheda film
]
di Vincent Pluss. Il Quartz della Migliore musica per il cinema, assegnato per la prima volta, è andato a Marcel Viad per il suo contributo a Zara di Ayten Mutlu Saray.

Circa 1300 ospiti hanno assistito alla consegna dei Premi del Cinema Svizzero, organizzati per la prima volta dalla SRG SSR idée suisse e trasmessi su cinque dei suoi canali nel corso di una notte dedicata interamente al cinema elvetico.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy