email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Soletta 2022

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

12 articoli disponibili in totale a partire dal 16/12/2021. Ultimo articolo pubblicato il 01/02/2022.

pagina:   [1]  2 
Recensione: Lost in Paradise

Recensione: Lost in Paradise

Il film di Fiona Ziegler è una commedia irriverente che mette in scena un personaggio in bilico tra due culture, tra due mondi dai quali non può e non vuole (più) fuggire  

01/02 | Soletta 2022

Recensione : Pas de deux

Recensione : Pas de deux

Il primo lungometraggio di Elie Aufseesser ci racconta la relazione complessa che unisce due fratelli dai temperamenti e dalle ambizioni molto diverse  

31/01 | Soletta 2022

Recensione: L’art du silence

Recensione: L’art du silence

Il secondo lungometraggio di Maurizius Staerkle Drux getta uno sguardo nuovo sulla vita e l’arte del celebre mimo Marcel Marceau  

28/01 | Soletta 2022

Recensione: Rotzloch

Recensione: Rotzloch

Il primo accattivante lungometraggio di Maja Tschumi ci scaraventa senza paracadute tra le mura di un centro per rifugiati nel quale quattro giovani tentano di ricostruirsi  

28/01 | Soletta 2022

Wet Sand, Pas de deux e Presque grandi vincitori delle Giornate di Soletta

Wet Sand, Pas de deux e Presque grandi vincitori delle Giornate di Soletta

I film di Elene Naveriani, Elie Aufseesser e Bernard Campan sono stati scelti come rappresentanti del fior fiore della cinematografia elvetica  

28/01 | Soletta 2022 | Prix

Recensione: À ciel ouvert

Recensione: À ciel ouvert

L’ultimo lungometraggio di Charlie Petersmann ci permette di spiare il dietro le quinte di un cantiere faraonico che sembra inghiottire tutto e tutti  

27/01 | Soletta 2022

Recensione: (Im)mortels

Recensione: (Im)mortels

Il secondo toccante lungometraggio di Lila Ribi è una vera e propria dichiarazione d’amore per sua nonna centenaria, un personaggio indimenticabile  

26/01 | Soletta 2022

Recensione: Aya

Recensione: Aya

Lorenzo Valmontone e Thomas Szczepanski ci trasportano nel metaforico e metafisico deserto di Calais accompagnati da Zimako e Lydie, due anime in attesa di una chimerica redenzione  

25/01 | Soletta 2022

Recensione: Forma del primo movimento

Recensione: Forma del primo movimento

Il primo lungometraggio del regista ticinese Tommaso Donati si appoggia sul linguaggio del corpo come rivelatore di verità nascoste nel profondo d’ognuno di noi  

24/01 | Soletta 2022

Recensione: LUX

Recensione: LUX

Il primo film del duo svizzeri formato da Raphaël Dubach e Mateo Ybarra mette in luce i paradossi dell’esercito fra omologazione virile e bisogno d’evasione  

21/01 | Soletta 2022

pagina:   [1]  2 
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Privacy Policy