email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Venezia 2002 - Serata d'apertura: Sophia, mamma e star

Servizio

La Loren, protagonista del debutto del figlio Edoardo (Cuori estranei, Fuori Concorso), apre la cerimonia inaugurale del Festival

real (240x180) [743 kB]

Copia ed incolla il codice nel tuo html per inserire il video:


di Federico Greco

Una cerimonia d'apertura all'insegna della sobrietà per la 59ma edizione della Mostra del Cinema di Venezia. La semplice passerella voluta dal neo-direttore Moritz De Hadeln vedrà pochi volti noti sfilare davanti ai fotografi: Sophia Loren, accompagnata dal figlio Edoardo, Salma Hayek, protagonista del film d'apertura Frida, gli stilisti Armani e Valentino e, a sorpresa, l'attrice americana Gwyneth Paltrow, che non ha nessun film alla Mostra.
Ma sul Lido è previsto l'arrivo anche di altre star americane: Steven Soderbergh, regista di Full Frontal, Tom Hanks e Sam Mendes per Road to perdition, Harrison Ford che, assieme alla regista Kathryn Bigelow, presenterà K-19, Julianne Moore per Far from heaven e Sean Penn regista di uno degli episodi del film sull’11 settembre. I premi e gli omaggi porteranno in laguna registi "fondamentali" come Dino Risi, che riceverà il Leone d'oro alla carriera dalle mani dell'affascinante Monica Bellucci e Theo Angelopoulos (Premio Bresson).

Agli onori di questa "59 Mostra" la cinematografia europea, ben rappresentata da un eterogeneo ed interessante panorama di registi e attori. A partire dalla "strana" coppia francese del film di Patrice Leconte, L’homme du train, Jean Rochefort e il cantante rock Johnny Hallyday, e quella orchestrata da Michele Placido per il suo Viaggio chiamato amore: Laura Morante e Stefano Accorsi, passando per Liliana Cavani che con Ripley’s game porta con sé John Malkovich e Chiara Caselli.
Due popolarissime star nazionali chiuderanno in bellezza: Dario Fo e il conduttore Fiorello riceveranno infatti i premi come doppiatori per il film d’animazione di Giulio Cingoli, Johan Padan - A la descoverta de le Americhe tratto dall’omonima opera dell’attore e regista teatrale premio Nobel per la letteratura.