Les Gardiennes (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
L'insulto (2017)
Makala (2017)
Winter Brothers (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

OSCAR 2018 Israele

email print share on facebook share on twitter share on google+

Foxtrot è il candidato ufficiale israeliano agli Oscar

di 

- Il film Leone d'Argento di Samuel Maoz è stato scelto dall'Academy of Film and Television israeliana per rappresentare il paese nella corsa all'Oscar del Miglior film in lingua straniera

Foxtrot è il candidato ufficiale israeliano agli Oscar
Foxtrot di Samuel Maoz

Dopo aver vinto il Premio come Miglior film agli Ophir Awards, Foxtrot [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Samuel Maoz
scheda film
]
di Samuel Maoz, vola ad Hollywood nella speranza di rientrare tra i film selezionati per la categoria Miglior film in lingua straniera. L'Israele è l'unico paese in cui il vincitore dei Premi nazionali diventa automaticamente il candidato ufficiale agli Oscar e, quest'anno, Foxtrot ha avuto la meglio su In Between [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maysaloun Hamoud
scheda film
]
, Scaffolding [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matan Yair
scheda film
]
, Doubtful [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
e Longing [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Savi Gabizon
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Foxtrot è il secondo film di Maoz dopo Lebanon [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, vincitore del Leone d'Oro nel 2009. Questa nuova pellicola racconta la storia di due generazioni di uomini israeliani: un padre (Lior Ashkenazi, Premio Ophir per il Miglior attore), alle prese con i traumi conseguenti al servizio militare e con un matrimonio in crisi, e suo figlio (Yonatan Shiray), giovane soldato di stanza in uno sperduto checkpoint militare.

Il film ha ricevuto critiche entusiastiche alla Mostra di Venezia, da dove ha riportato il Leone d'Oro e il Gran premio della giuria e poi è stato mostrato al Telluride Film Festival. Di ritorno in patria, ha presto dato vita a una polemica sollevata del Ministro della cultura israeliano, Miri Regev, che ha attaccato pubblicamente il film per la sua “rappresentazione pretestuosa delle Forze di difesa israeliane”. L'Academy non si è tuttavia lasciata influenzare e ha votato Foxtrot come il miglior film dell'anno per le straordinarie immagini e il toccante dramma umano.

Foxtrot è una coproduzione di Israele, Germania, Francia e Svizzera di Pola Pandora Filmproduktions, Spiro Films, ASAP Films e KNM. Le compagnie di coproduzione sono Bord Cadre Films e Arte France Cinéma. I produttori sono l'israeliano Eitan Mansuri (The Congress [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Jonathan Doweck, insieme ai produttori internazionali Marc Baschet, Viola Fügen, Čedomir Kolar, Jamal Zeinal Zade, Michel Merkt e Michael Weber di The Match Factory, attraverso la sua Pola Pandora. Il film è stato recentemente acquistato da Sony Pictures Classics.

L'Israele è stato nominato agli Oscar dieci volte (l'ultima è stato per Footnote, con Ashkenazi) senza però mai vincere il premio, diventando così il “grande perdente” di questa categoria.

(Tradotto dall'inglese)

EFA
Bridging_the_dragon_Home
ArteKino
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss